Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
La dolcezza e maturità di Chiara Lena, torna a parlarci del suo ultimo singolo “Pensando che”, una chiacchierata amichevole con la giovane artista.

  • Ciao Chiara, siamo nuovamente qui a parlare di te e del tuo ultimo lavoro, che tra l’altro ha avuto un ottimo riscontro.
    Iniziamo subito presentandoti ai nostri lettori, racconta brevemente chi sei, cosa fai?

    Ciao a tutti amici di Pako Music! Mi chiamo Chiara Lena e sono un aspirante cantante!
  • Come e quando ti sei approcciata alla musica? Come hai iniziato e quando hai capito che doveva essere una parte fondamentale nella tua vita?
    Amo la musica fin da quando ero piccola e ho sempre sognato di farne una professione.
    Durante l’adolescenza ho fatto qualche concorso ma avevo troppo timore di esibirmi pensando di non essere all’altezza.
    Solo da qualche anno ho iniziato a scrivere canzoni mie, sentendo il bisogno di esprimere qualcosa che mi viene dal cuore, qualcosa da poter condividere con gli altri e mandare un messaggio, trovando magari qualcuno che la pensa come me, che si trova nelle mie stesse situazioni e quindi dirgli: non sei solo/a.
  • Il tuo ultimo lavoro è “Pensando che”, vuoi parlarcene? Com’è nato e di cosa parla?
    Pensando che è un pezzo che è venuto fuori dal cuore, in un momento in cui mi sono fermata a riflettere il mio rapporto con l’amore.
    Mi sono chiesta cosa sia davvero l’amore e soprattutto se ci sono diversi tipi di amore.
    Questa canzone è stata la mia conclusione.
  • Che aspettative hai per il futuro, cosa vorresti dal tuo futuro?
    Non sono una persona che fa tanti progetti, l’unica cosa di cui sono certa è che voglio continuare a fare musica, condividere emozioni ed esperienze con il mondo.
  • Come mai hai deciso di intraprendere questo percorso? Cosa o chi ti ha spinto?
    Cosa rappresenta la musica per te? Cosa ti regala?
    Per me la musica è davvero tutto, il canto è l’unica cosa che mi fa stare bene e mi fa sentire viva, quindi credo che in realtà non avessi molta scelta! No beh, dentro di me ho sempre voluto fare questo poi comunque sia la mia famiglia che i miei amici mi hanno sempre fatto notare che fossi portata, che la mia voce fosse bella e trasmettesse emozioni. Quindi questa passione è cresciuta con me, alimentata dalla voglia di dire qualcosa di mio.
  • Descrivi la tua con una parola o una frase…
    La musica è condivisione, non sono una bella voce, ma un messaggio da portare al mondo.
  • Come e, soprattutto, dove ti vedi tra 5 anni?
    Su un palco a cantare con i miei fan le mie canzoni. Ammeto che è un po’ il mio sogno da quando avevo 14 anni, però adesso che sto prendendo la musica più seriamente potrebbe davvero diventare realtà da qui a 5 anni.

  • Quali sono i tuoi artisti di riferimento e con quale artista famoso ti piacerebbe duettare?
    Se dovessimo restare in Italia sicuramente direi Federica Abbate che pur non essendo un’artista così famosa, è riuscita ad entrarmi nel cuore come hanno fatto pochissimi e rimane un punto di riferimento rilevante. Se invece dovessimo spostarci più in là direi sicuramente Anastacia, che è stata l’artefice del mio innamoramento per il canto. È anche grazie alla sua voce e al suo talento se mi sono appassionata e quindi rimane la mia idola vocale per eccellenza.
  • Per quale motivo la gente dovrebbe ascoltare le tue canzoni?
    Vorrei che la mia musica fosse per gli altri un punto di appoggio quando hanno bisogno, vorrei che chi ha provato le mie stesse esperienze capisse che non è solo/a e c’è qualcuno che lo/la capisce. Ma anche per chi non ha provato le stesse cose vorrei che fosse un momento per riflettere su quello che accade nella vita degli altri, portare le persone a non ignorare i problemi anche se non li riguardano da vicino.
  • Stiamo vivendo tutti un periodo difficile, a causa del covid, quale sarà la prima cosa che farai quando sarà tutto finito? (speriamo presto)
    Sicuramente tornerò a cantare ai karaoke e riprenderò a fare musica dal vivo per preparare il mio repertorio e suonare nei locali!
    E soprattutto tornerò a rompere le scatole ai miei amici!

  • Siamo arrivati a fine intervista… Domanda a scelta.
    C’è qualcosa che non ti ho chiesto ma avresti voluto ti chiedessi? Puoi farti una domanda e risponderti.
    Mi chiederei: sapendo tutto quello che è accaduto nel tuo percorso musicale, tornando indietro cosa cambieresti?
    E c’è solo una cosa che cambierei: la mia paura.
    Ho sempre avuto tanta paura di misurarmi con il mondo, di non sentirmi abbastanza, di fallire, ma ora che anche grazie a questa arte mi sono aperta e mi sento più sicura, tornando indietro vorrei essermi messa in gioco molto prima, lasciando da parte ogni timore e facendo quello che mi faceva stare bene più di tutto.
    Quindi voglio dire una cosa a tutti i lettori: non lasciate mai che la paura ci blocchi. Andate e fate tutto quello che sentite perché un giorno potreste davvero pentirvi di non averci provato.

 

Contatti Social Chiara Lena

Instagram
Facebook
Youtube

Spotify

Etichetta 
PaKo Music Records 
Ufficio Stampa 
Music and Media Press

Leave a comment