Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Anche per il mese di Settembre abbiamo un’ospite speciale, un’impiegata amministrativa appassionata di moda e amante da sempre della musica, la musica per lei è una sorta di medicina insieme alle persone che ha vicino.
Lei è Denise Pagnocco, assolutamente intervista imperdibile. 

Ciao Denise, siamo davvero contenti di poter fare questa intervista, abbiamo voluto questa intervista perché ti abbiamo notata su Instagram e abbiamo visto che ne avevi già fatta una per il magazine “I numeri primi”, quindi ci siamo detti “Perché non farle raccontare la sua storia anche da noi?” 
Presentati brevemente ai nostri lettori… Chi è Denise Pignocco?
Una ragazza di 30 anni, curiosa, creativa, estroversa, e molto sensibile.

  • Raccontaci la tua storia, tra l’altro sappiamo che sei sposata e se non sbaglio ti piace molto la moda?
    Esattamente, sono sposata da 4 anni, sono molto innamorata di mio marito, a cui devo tanto ed al quale sarò grata a vita. La passione per la moda non mi ha mai abbandonata, sin da bambina ho ricordi dove ero io a scegliere i miei vestiti e non mia madre. Mi incuriosisce seguire le tendenze ma non mi faccio mai influenzare più di tanto, cerco di metterci sempre del mio.
  • Tu soffri di una malattia particolare, la fibromialgia, ancora abbastanza sconosciuta e non è sempre uguale per tutti.
    Ti va di parlarcene e dirci come l’hai affrontata, non credo sia semplice, raccontaci il tuo percorso e come sono le tue giornate? 

    Mmmh bella domanda, Io purtroppo ho uno stadio avanzato, legato anche ad altre complicazioni ossee. Sarò sincera, inizialmente ero disorientata non capivo ancora bene cosa mi stesse succedendo, ero molto spaventata perché sapevo che questo mi avrebbe portato ad un “fermo” e per me che sono sempre stata una persona iperattiva è stato uno shock, ammetto che lo è tutt’ora, convivere con i dolori non è assolutamente facile, spesso cado nello sconforto, spesso mi faccio sopraffare dalla malattia, però poi penso a quanto io sia fortunata, ho un marito che mi ama, una famiglia legata, degli amici presenti e per loro e per me devo lottare con tutte le forze che mi rimangono, ovviamente sempre facendomi seguire da esperti e confidando nella scienza affinché si possa trovare una cura.
  • Quali sono le tue passioni, c’è stato o c’è qualcosa che ti aiuta di più ad affrontare la malattia?
    Dunque, la moda si è capito che è una delle mie principali passioni, ultimamente grazie ad un regalo di una cara amica mi sono cimentata nella pittura, che devo dire spesso mi ha aiutata ad affrontare il mio malessere psico/fisico.

    Adoro tantissimo anche la musica perché da sempre mi aiutato.
  • Di cosa ti occupi nella vita? E quali sono i tuoi sogni e i tuoi progetti? 
    Nasco come impiegata amministrativa, ma per motivi di salute attualmente mi è impossibile svolgere la mia mansione.

    Il mio sogno è sempre stato quello di lavorare nella moda, creare un mio brand, chissà cosa mi riserverà il futuro…
  • PaKo Music è un’etichetta indipendente e un magazine che parla soprattutto di musica emergente, come hai potuto notare, quindi non possono mancare domande sulla musica. Quali sono i tuoi generi musicali preferiti? Artisti preferiti?
    Non ho un genere preferito, la musica mi piace tutta, dall’opera al rap, sono sempre alla ricerca di emozioni, quindi mi può colpire davvero tutto, anche se chi mi conosce bene sa che sono una fan sfegatata di Tiziano Ferro.
  • Ti consiglio di dare un ascolto alle nostre Playlist troverai molta musica valida.
    Cosa deve avere un artista per poterti conquistare?
    Come dicevo sopra, deve suscitarmi emozioni, mi deve trasportare nel suo mondo.
  • E invece, un libro cosa deve avere per colpirti? Ti soffermi alla copertina, leggi la trama o altro?
    Secondo me, dalla copertina non si dovrebbe scegliere niente, detto questo, sono appassionata di romanzi gialli ed adoro le biografie di personaggi vissuti in altre epoche, questo tipo di lettura mi ha sempre coinvolto molto.
  • Descriviti con una frase di una canzone, che pensi di rappresenti di più.
    IL SOLE ESISTE PER TUTTI
  • Dai un consiglio o semplicemente scrivi un messaggio per chi leggerà questa intervista e magari è nella tua situazione o ha vicino qualcuno che non sta bene?
    Non so se mi sento particolarmente all’altezza di dare consigli, però alla base di tutto, credo serva una buona dose di forza interiore e non sarò ipocrita spesso capita anche a me di credere di non averne più, ma finché c’è vita, c’è tempo e quel tempo serve a lottare ogni giorno.

    Alle persone che invece stanno vicino a malati, posso solo dire che il loro amore può essere più forte di ogni farmaco, non fateli sentire mai soli, questo è importante.
    Spesso la persona malata cercherà di nascondersi, fatela uscire da quella gabbia che si si è costruita per paura, convincetela che le paure si possono sconfiggere se il bagaglio lo si divide con altre persone.
  • Siamo arrivati a fine intervista… Domanda a scelta.
    C’è qualcosa che non ti ho domandato ma che avresti voluto t chiedessi? Puoi farti una domanda e risponderti.
    Quanto sia importante per me avere delle persone che mi amano incondizionatamente?
    Direi che è alla base del mio essere, se sento di essere amata, mi sento in un porto sicuro.

E NOI VOGLIAMO SALUTARTI COSì… DEDICANDOTI QUESTA CANZONE CHE TI PIACE E TI RAPPRESENTA.

Contatti Social DENISE PIGNOCCO

Instagram

Leave a comment