Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Il giovane rapper, Krifal, si racconta per noi, presentando il suo ultimo inedito “A piedi nudi”, scopriamo di più della sua personalità e il suo mondo.

Ciao Krifal, siamo davvero felici di farti questa intervista.
Iniziamo subito presentandoti ai nostri lettori, raccontaci brevemente la tua storia. Chi è e cosa fa Krifal?
Krifal è un ragazzo di 17 anni che ha la necessità di esprimersi cercando di mandare un messaggio agli ascoltatori e ho trovato nella musica un mezzo per

  • Qual è significato il tuo nome d’arte, appunto, Krifal?
    Krifal è l’insieme dei nomi della mia famiglia, ho estrapolato Kri dal nome di mia madre Cristina, F dal nome di mio padre Fabrizio e infine Al dal nome di mia sorella L’idea del nome mi è stata affibbiata dal mio collaboratore e producer KiddSadd con cui sono cresciuto.
  • Quando ti sei avvicinato al mondo della musica e in particolar modo al rap, e per quale motivo?
    La musica è sempre stata parte della mia vita, sin da bambino, essendo cresciuto con un padre musicista e una madre che adorava a cantare al karaoke. La scelta del rap è stata puramente indotta dall’influenza di quei tempi adolescenziali in cui su YouTube ascoltavo solo rap, la mia musica però è un insieme delle influenze ricevute durante la mia crescita che non si limitano solo al
  • Il tuo ultimo singolo s’intitola “A piedi nudi” vuoi parlarci di questo brano? Com’è nato e di cosa parla?
    “A piedi nudi” è un racconto di due ragazzi cresciuti per strada, che nonostante le avversità e l’assenza dei bisogni materiali, riescono a trovare soddisfazioni nelle piccole         cose. Il brano, inizialmente, nasce quando il mio produttore KiddSadd mi mandò la base che inizialmente era di un suo pezzo, al primo ascolto mi trasmise delle vibrazioni assurde, così cominciai a scrivere e un flusso di pensieri riempì la mia testa.
  • Ti abbiamo sentito cantare con e senza l’auto-tune, onestamente e personalmente,
    preferisco la tua voce senza l’uso di questo software. Cosa ne pensi tu? Hai mai pensato di cantare con la tua voce naturale?
    L’uso dell’Autotune è una scelta musicale data dalle esigenze del mercato, ormai il 70% dei brani che ascoltiamo sono lavorati in post produzione con autotune e altri effetti. Il mio pensiero è che nel 2021 l’autotune non può essere considerato un semplice effetto ma un vero e proprio strumento musicale dato che non è semplice utilizzarlo ed esistono diversi studi, guide e libri su come estrapolare le migliori potenzialità. In più di un’occasione non ho usato questo strumento .
  • Come descriveresti la tua musica con una parola?
    Espressione
  • Per quale motivo la gente dovrebbe ascoltare le tue canzoni?
    Perché in una situazione come quella odierna penso di avere molto da raccontare e le persone della mia generazione credo si possano immedesimare in quello che scrivo e del sound che porto.
  • Progetti per il futuro?
    Ho progetti definiti ma non posso dire ancora nulla, sicuramente spero di crescere artisticamente e personalmente in modo da portare sempre il 100% di Krifal nelle mie
  • Ti piacerebbe partecipare a qualche talent? Se sì, quale sceglieresti?
    Si, mi piacerebbe partecipare ad “Amici”.
  • Qual è la prima cosa che farai quando finirà questa pandemia che sta massacrando tutti?
    La prima cosa che farei sarebbe organizzare un viaggio, per uscire un po’ dalla monotonia che stiamo vivendo
  • Siamo arrivati a fine intervista… Domanda a scelta.
    C’è qualcosa che non ti ho domandato ma che avresti voluto ti chiedessi? Puoi farti una domanda e risponderti.
    Niente da aggiungere

GUARDA IL VIDEO

 


Contatti Social KRIFAL

Instagram
Youtube
Spotify

Etichetta
Red Owl Records

Leave a comment