Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Per noi è sempre un piacere intervistare questi ragazzi, e il protagonista di oggi è una conoscenza importante per noi di PaKo Music. Patrick De Luca è tornato a parlarci di sé, della sua musica e del suo ultimo brano “In questa notte buia”, un brano estivo, sonorità leggere ma con un testo molto profondo, importante. Seguite Patrick e ascoltate la sua musica nelle nostre playlist e su tutti i Digital Store.

Ciao Patrick, complimenti per il tuo ultimo brano, bello e originale.
Presentati brevemente per i lettori che ancora non ti conoscono. Raccontaci qualcosa sulla tua storia artistica e chi è Patrick De Luca?
La musica è sempre stata importantissima nella mia vita fin da piccolo, avevo sempre frasi e melodie che scorrevano nella mia testa ma non ci davo peso, fino a quando ho iniziato a studiare canto con l’insegnante Anastasia Brugnoli e chitarra con il maestro Juri Pin. Da quel momento è avvenuto tutto naturalmente, ho visto che scrivere canzoni è la cosa che più mi rendeva felice e da quel momento ho continuato a farlo. Ho registrato il mio primo singolo con Joel Ainoo, arrangiatore e tastierista dei Soulsystem.
Grazie al Tour Music Fest e uno stage con Grazia di Michele ho avuto la possibilità di ricevere consigli da professionisti della musica e avere bellissime esperienze da portarsi dietro. In questi anni ho cercato di fare conoscere la mia musica anche suonando live. Ad inizio 2021 è iniziata la mia collaborazione con Pako Music Records, in Marzo è uscita “Voglio dirti qualcosa” prodotta da Alberto Rapetti e in giugno “In questa notte buia” prodotta da Matias di Stefano e Tokyo.

  • Sei un ragazzo di ventotto anni che sa quello che vuole, e si percepisce il tuo amore infinito per la musica e meno per la fama, proprio come dovrebbero essere tutti coloro che vogliono fare gli artisti. Che differenze ci sono tra Patrick artista e Patrick uomo?
    Credo che non ci siano grandi differenze, quello che voglio comunicare è in linea con quello che sono io. L’arte ha la capacità di amplificare quello sei.
  • Qual è il tuo più grande pregio e qual è il tuo più grande difetto?
    Sono un sognatore, so che per ottenere risultati in qualsiasi cosa serve umiltà e lavoro duro. La pigrizia forse è il mio più grande difetto 🙂

    credits Photovoba
  • Adesso parliamo del tuo ultimo brano, “In questa notte buia” com’è nata e di cosa parla? Racconta qualcosa su questo brano.
    È nata a casa, avevo un giro d’accordi e delle cose da dire. È forse come sfogo a flusso di coscienza. Rimarca il fatto che l’uomo non deve perdere la qualità di essere umano, essere adattabili e cercare di essere migliori di sé stessi e non migliori di altri è un grande passo al fine di ottenere una società più unita libera e coesa.
  • Questo brano ti rappresenta molto, è davvero un brano che merita di essere ascoltato e ballato… invita gli ascoltatori/lettori delle nostre pagine ad ascoltarlo su spotify e youtube
    “In questa notte buia” è un brano che mi rappresenta molto, quindi se vi va e se volete supportare la mia musica potete ascoltarla su tutti i digital store.
  • Come nasce una tua canzone? Da cosa prendi spunto e in che modo avviene il processo di un tuo brano?
    A volte nasce da una frase, a volte da una linea melodica mentre diverse volte da un giro di accordi. Spesso scrivo a flusso di coscienza mentre a volte mi ci vuole del tempo, devo essere in una situazione emotiva particolare.
  • Oltre alla musica quali sono i tuoi interessi?
    Mi piace viaggiare, conoscere altre culture, altri modi di pensare.
  • Scrivi la frase più importante di questa canzone… e se vuoi spiegaci il significato.
    “Voglio vedere un figlio avvolto nell’accettazione con i difetti accompagnati in pregi libera emozione che dipinge il mondo cupo di chi vuol essere il migliore”. Credo che bisogna imparare ad essere migliori di noi stessi ogni giorno. Solo così si ottengono risultati migliori. Cercare di essere migliore di qualcun altro fa sì che l’essere umano entra in una fase di competizione. E la competizione quella NON sana spesso influenza emotivamente l’essere umano in maniera negativa.

  • Scontato dire che ci vuole molto impegno e lavoro per ottenere le cose ma cosa ti aspetti dal futuro? E come pensi di farcela.
    Spero di poter vivere di musica, mi permetterebbe di essere più in linea con me stesso, è una cosa che amo e spero che un giorno le persone possano ascoltare la mia musica e divertirsi oppure trarne beneficio.
  • Siamo arrivati a fine intervista… Domanda a scelta.
    C’è qualcosa che non ti ho domandato ma che avresti voluto t chiedessi? Puoi farti una domanda e risponderti.Che cos è la musica per te?
    Per me la musica è la traduzione delle emozioni, le rende più papabili, più vicine e comprensibili al linguaggio umano, noi siamo carne ed emozioni e credo che la musica è essenziale per ognuno di noi.

 

 

Contatti Social PATRICK DE LUCA 

Instagram
Facebook 

YouTube 
Spotify 

Etichetta 
PaKo Music Records

Ufficio Stampa 
Music and Media Press

Leave a comment