Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Intervista al cantautore siciliano, Dex Pascal;
originalità, solarità e poesia sono gli ingredienti che caratterizzano la personalità artistica di Dex.

Ciao, siamo contenti di farti questa intervista. Iniziamo subito presentandoti ai nostri lettori, raccontaci brevemente la tua storia. Chi è e cosa fa Dex Pascal?
Dex Pascal è “colui” che dà voce ai miei pensieri e alle miei emozioni e per farlo usa la musica. Penso che proprio la musica sia un mezzo potente per veicolare emozioni, e da sempre uso la musica per fare ciò, trasformo le mie emozioni in musica, cantando ciò che che mi piace e ciò che non mi piace.

  • Come mai hai scelto questo nome d’arte, qual è il significato di Dex Pascal?
    Questo nome è riconducibile alla società in cui viviamo e all’indole umana, argomenti che stanno alla base del mio progetto cantautorale.
  • Come e quando ti sei avvicinato al mondo della musica? Suoni qualche strumento?
    La musica ha sempre fatto parte della mia vita, sia perché ne sono magneticamente attratto, sia perché mio fratello è un chitarrista e appassionato di musica. Infatti per diversi anni i progetti musicali erano insieme a fratello. Proprio lui mi ha dato le prime lezioni di chitarra elettrica. Ancora oggi supporta il mio progetto solista con i suoi preziosi consigli.
  • Il tuo ultimo singolo si intitola “Libera la libertà” vuoi parlarci di questo brano? Com’è nato e di cosa parla?
    È nato in un periodo abbastanza particolare della mia vita, nell’aprile del 2017, avevo subito un infortunio alle corde vocali e mi era stato vietato di parlare, (sono rimasto per due mesi in silenzio e circa un anno senza cantare) stavo strimpellando con la chitarra, quando nella mia mente ho iniziato a elaborare una melodia e, come faccio di solito, ho scritto di getto il testo. Solo quando ho ripreso a cantare ho potuto costatare che ciò che avevo “immaginato” poteva diventare un vero brano e infatti ora è parte integrante del mio progetto musicale.
    Il brano racconta di come l’uomo crede di vivere in piena libertà, senza nemmeno rendersi conto di quanto in realtà sia schiavo della società, dei vizi, dei pregiudizi e di tutto ciò che lo circonda. Spesso si vive una parvenza di libertà che ha essa stessa la necessità di essere resa libera.
  • Descrivi te e la tua musica con una breve frase…
    Come ho già detto su, la musica per me rappresenta un mezzo potentissimo per veicolare le emozioni. Ognuno usa una forma d’arte diversa per esprimere le proprie emozioni, io ho bisogno della musica. Senza di essa sarei incompleto.
  • Per quale motivo la gente dovrebbe ascoltare le tue canzoni?
    Penso che tutte le canzoni di questo mondo meritino di essere ascoltate almeno una volta. Io ho delle cose da dire e canto le mie emozioni, magari ad alcuni non interessa, ma altri, invece, possono trovare l’emozione di cui hanno bisogno in quel momento proprio in una delle mie canzoni. Ad esempio ci sono momenti in cui sento la necessità di ascoltare “che vita meravigliosa” di Diodato. Penso che allo stesso modo qualcuno possa trovare lo stesso “tipo di conforto” ascoltando la mia “Un gran finale”. Lo stesso discorso è valido per le altre canzoni, supportate da altre emozioni.
  • Hai già qualche nuovo progetto in cantiere?
    Si. Il mio progetto è molto vasto mi serve solo tempo per concretizzare al meglio le mie idee. L’8 aprile esce il mio nuovo singolo. Per le altre novità, al momento, non spoilero nulla.
  • Qual è la tua opinione sui talent show? Ti piacerebbe partecipare a qualche talent?
    Non mi sono fatto una buona idea dei talent. Sarebbe sicuramente un’esperienza, ma non è il mio mondo, lì ci sono cantanti molto tecnici e con belle voci. Io non sono un cantante di quel tipo e non m’interessa esserlo, sono e voglio essere altro. Faccio un esempio, Mannarino, Maldestro, Mirkoeilcane, non hanno grandi doti canore, ma valgono, a mio modesto parere, mille volte di più della maggior parte di quei cantanti usciti dai talent.
  • Qual è la prima cosa che farai quando finirà questa pandemia che sta massacrando tutti?
    Mi piacerebbe fare un bel viaggio, vedere un bel concerto e fare un bel concerto.
  • Siamo arrivati a fine intervista… Domanda a scelta.
    C’è qualcosa che non Vi ho domandato ma che avreste voluto Vi chiedessi? Potete farvi una domanda e rispondervi.
    Cosa ti farebbe sentire abbastanza realizzato come cantautore?
    Sentir dire che la mia musica sia di conforto a qualcuno per superare un momento difficile. Senza dubbio sarebbe la cosa che più darebbe senso all’essere cantautore.

 

 

Contatti Social DEX PASCAL

Instagram
Facebook
Youtube
Spotify

Ufficio Stampa
0371 Music Press

Leave a comment