Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Abbiamo il piacere di riavere con noi Antòn, l’artista ciociaro che mesi fa era con noi con “Fronte della nuova rivoluzione universale” e che oggi presenta “Tutta una bugia” già da titolo sembra una provocazione. Scopriamo con lui di cosa si tratta.


Ciao Antòn, siamo davvero contenti di ritrovarti con un altro brano, molto particolare.

Di te colpisce la passione che metti in quello nei tuoi brani e nei testi, credimi non è da tutti.

– Come ho già detto prima sei già stato con noi, quindi vorrei porti domande anche un po’ più personali. Presentati per coloro che ancora non ti conoscono, chi è Ant0n?
Innanzitutto grazie, e grazie per le belle parole. Sono Ant0n e sono un cantautore e rockettaro che ama cantare le cose che pensa senza peli sulla lingua

– La tua musica è un pop-rock italiano, secondo te perché la gente dovrebbe ascoltarti? Cosa pensi di comunicare in più o di diverso da altri artisti?
Se sono amanti del genere che faccio non possono non seguirmi. (ride ndr)
A parte gli scherzi, credo che ho delle cose da dire diverse dalla maggior parte di quelle che si sentono nella musica di oggi. Oltre a me esorto, comunque, sempre tutti ad ascoltare la musica indipendente italiana perché è lì che c’è l’essenza di questo mondo.

– Una delle cose che mi ha colpito di più di te, è stato il trucco. Dicono che l’estetica parla molto di noi. Onestamente io non sono del tutto d’accordo, ma tu sei un trasformista, come mai hai deciso di truccarti o comunque di puntare e giocare con l’aspetto esteriore?
Lo faccio perché piace a me, non per essere “più appariscente” o per imitare altri cantanti. Mi sento più a mio agio quando faccio cose riguardo la musica ma spesso lo porto anche in casa nel quotidiano.

– Anche i tuoi testi sono molto provocatori e cosa credo sia un valore aggiunto. Parlaci del tuo ultimo inedito, “Tutta una bugia”. Di cosa parla, quando l’hai scritta? Quale messaggio vuoi mandare con questo brano?
La canzone l’ho scritta circa un anno fa. Anche se molti l’hanno accostata ad una canzone negazionista sul Covid, la mia scelta di mettere una mascherina sulla copertina è stata più che altro una divertente provocazione. Anche se dietro questa faccenda, di bugie da parte di alcuni ce ne sono sicuramente. Parla di due amanti ed uno dei due è bloccato da qualcosa. Questo però per me è stato solo un pretesto utile per dirigere l’ascoltatore verso il vero significato della canzone: molte credenze, a volte prese troppo alla lettera, spesso limitano le nostre azioni negandoci anche cose importanti per le esperienze della vita.


C’è una frase di una tua canzone a cui tieni particolarmente e credi abbia maggior significato?

Credo un verso di Fronte della Nuova Rivoluzione Universale che fa
“chi era intorno mi diceva che portavo solo guai/ma mio nonno sorrideva/perché lui mi conosceva”.
Mi fa sorridere quando lo ascolto, ero molto legato a lui che mi ha cresciuto e ne ho un buon ricordo.

– Cos’è per te la musica? Non è una domanda così scontata, anche se potrebbe sembrare.
Lo scrivere è una sorta di psicoanalisi. Sono una persona che parla poco e lo scrivere canzoni è un modo per liberarmi di qualcosa, Quindi la musica è un “aiuto”.

– Hai un brano, dei tuoi, che preferisci e per quale motivo?
Sinceramente no, non ne ho uno a cui sono più legato. Vado a periodi. Adesso oltre che la con la promozione sono impegnato nella scrittura di nuovi pezzi, ed attualmente mi sento più “legato” a loro.

– So che uscirà un album, complimenti, pensi di fare anche dei concerti?
Sarà un EP di cinque pezzi. Si sicuramente la volontà c’è. La situazione fuori è quella che sappiamo. Non appena si tornerà alla normalità totale la volontà si trasformerà in realtà.

– Progetti nel cassetto?
Non so se fare un album o un altro Ep. Sicuramente qualcosa si farà. Ho diverse canzoni adatte, altre le sto scrivendo. Non bisogna rimanere fermi troppo tempo perché la gente dimentica in fretta.


– Quando finirà questa pandemia qual è sarà la prima cosa che farai?
Ho voglia di andare al mare. Anche se sarà inverno. Oltre ovviamente ad esibirmi dal vivo.

– Le tue canzoni sono dedicate a qualcuno?
Quelle che stanno uscendo in questo periodo non in particolare. Però ho scritto diverse canzoni dedicate a persone vicine.

– Siamo quasi a fine intervista.
Mi sembra di aver capito che hai un figlio; se tuo figlio tra qualche anno ti dirà di voler intraprendere la carriera musicale, come musicista o cantante, quali consigli ti sentiresti di dargli? Pensa di parlare con lui.

Ne sarei contento. Gli direi di fare quello che gli piace senza scendere a compromessi. E soprattutto di divertirsi.

– Ultima domanda e come al solito lascio la parola all’intervistato.
C’è qualcosa che ho dimenticato di chiederti ma che avresti voluto ti chiedessi. Hai la possibilità di farti la domanda e risponderti.
Intanto grazie per la bella intervista, diversa dalle solite. Mi piacerebbe che in Italia tornasse lo voglia di scoprire nuove realtà musicali perché mi sembra che negli ultimi anni siamo diventati molto pigri.


Antòn – Tutta una Bugia (Official Video)

https://www.youtube.com/watch?v=y487fFUcBag


Contatti Social ANT0N

,,Instagram

,,Facebook

,,Youtube

,,Spotify

Leave a comment